1. Quali assegni è possibile verificare?
  2. Quali informazioni mi sono necessarie per accedere a Verifica assegni?
  3. Utilizzando Verifica assegni posso verificare se un assegno è coperto?
  4. Come vengono raccolti i dati?


1.  Quali assegni è possibile verificare ?
E' possibile verificare se un assegno (bancario/circolare o postale) è inserito nell'elenco degli assegni:
  • smarriti
  • rubati
  • soggetti a revoca (emessa per mancanza fondi o mancata autorizzazione)
Sono presenti nell'archivio i moduli o valori in bianco nonché gli assegni tratti su o emessi da Banche/Poste Italiane ubicate nel territorio nazionale. Non sono presenti gli assegni di banche estere, mentre sono presenti gli assegni di filiali italiane di banche estere.

In dettaglio i titoli di credito presenti nell'archivio sono i seguenti:
  • assegno bancario/assegno postale standardizzato
  • assegno circolare
  • vaglia cambiario
  • assegno postale vidimato standardizzato
  • vaglia postale standardizzato
  • assegno su fondi a disposizione (FAD)/traenza
  • assegno non standardizzato
  • assegno postale vidimato non standardizzato
  • titoli di credito della Banca d'Italia

Nell'archivio sono censiti gli assegni a partire dal 04/06/2002.
Ogni assegno permane in archivio per un periodo di 10 anni dalla data di inserimento, dopo i quali viene cancellato d'ufficio.

 

2. Quali informazioni mi sono necessarie per accedere a Verifica assegni ?
E' sufficiente conoscere il numero dell'assegno e le coordinate ABI (banca che ha emesso l'assegno) e CAB (sportello di emissione).
Tutte queste informazioni sono ricavabili dall'assegno stesso.

 

3. Utilizzando Verifica assegni posso verificare se un assegno è coperto ?
Il servizio non è in grado di dire se un assegno risulta coperto o meno.

 

4. Come vengono raccolti i dati ?
L'aggiornamento dell'archivio è giornaliero (ovviamente gli estremi degli assegni rubati/smarriti sono censiti nell'archivio dopo una denuncia di furto/smarrimento effettuata dal soggetto interessato). L'archivio viene aggiornato direttamente dalle Banche italiane che hanno l'obbligo di inserire gli estremi degli assegni e degli altri titoli di credito nei casi in cui essi vengano denunciati (come smarriti o sottratti) o non vengano restituiti dopo un provvedimento di revoca. Nell'archivio sono presenti TUTTI gli assegni segnalati in quanto per le banche è obbligatorio, dopo aver ricevuto la denuncia da un cliente, segnalare l'assegno all'archivio.
Gli estremi degli assegni sono presenti negli archivi a partire dal giorno successivo a quello della denuncia di furto/smarrimento da parte dell'interessato.
Da osservare che l'alimentazione dell'archivio da parte delle banche è obbligatoria durante la settimana, ma facoltativa nella giornata di sabato (mentre la domenica non viene alimentata). Le banche segnalano giornalmente (dalle ore 05:00 alle ore 22:00) all'archivio gli estremi degli assegni rubati/smarriti/sottratti. Gli estremi degli assegni sono disponibili in archivio a partire dalle ore 03:00 del giorno successivo a quello della denuncia da parte del soggetto interessato.
Gli assegni segnalati dalle banche durante la giornata di venerdì (dalle ore 05:00 alle ore 22:00) sono disponibili nell'archivio a partire dalle ore 03:00 del sabato (questo esempio è valido anche per una festività infrasettimanale);gli assegni segnalati nella giornata di sabato (facoltativa) dalle ore 05:00 alle ore 22:00 sono resi disponibili entro le ore 03:00 del primo giorno lavorativo successivo, che di norma è il lunedì.

 
Testata Giornalistica Registrata presso il Tribunale di Torino n° 5985 del 28 luglio 2006
Direttore responsabile: Pierpaolo Molinengo - Proprietario: Ecube S.r.l. - Software & Hosting: Ecube S.r.l.