Nell'intricato mondo della Rete,
è sempre più difficile reperire le informazioni di cui si ha realmente bisogno!
"NEWSPAGES Real Estate" è il primo magazine elettronico dedicato al mondo della casa.
Migliaia di iscritti ricevono ogni martedì e venerdì, direttamente nella propria casella di posta elettronica, interessanti articoli ed approfondimenti legati al settore immobiliare in tutte le sue molteplici sfaccettature.
Iscrivetevi al nostro servizio per essere sempre aggiornati sul Real Estate
italiano ed internazionale senza perdere tempo.

 



Cerca per

Crescono i prestiti alla clientela
Di Pierpaolo Molinengo

Secondo i dati dell’Abi, l’Associazione Bancaria Italiana, a maggio 2016 l'ammontare dei prestiti alla clientela erogati dalle banche operanti in Italia, 1.817,6 miliardi di euro è nettamente superiore, di oltre 138 miliardi, all'ammontare complessivo della raccolta da clientela, 1.679,4 miliardi di euro.
A maggio 2016 è risultata positiva la variazione annua, +0,3%, del totale prestiti all'economia (che include le famiglie, le imprese e la pubblica amministrazione). Sempre a maggio 2016 il totale dei finanziamenti in essere a famiglie e imprese ha presentato una variazione prossima allo zero, pari a -0,04% nei confronti di maggio 2015, migliorativa rispetto al -0,5% registrata il mese precedente e assai migliore rispetto al -4,5% di novembre 2013, quando aveva raggiunto il picco negativo ed è ritornato sui valori di aprile 2012. Sulla base degli ultimi dati ufficiali disponibili, relativi ad aprile 2016, l’ammontare complessivo dei mutui in essere delle famiglie ha registrato un variazione positiva di +1,4% nei confronti di fine aprile 2015 (quando già si manifestavano segnali di miglioramento), confermando, anche sulla base dei dati sui finanziamenti in essere, la ripresa del mercato dei mutui. Dalla fine del 2007, prima dell’inizio della crisi, ad oggi i prestiti all’economia sono passati da 1.673 a 1.817,6 miliardi di euro, quelli a famiglie e imprese da 1.279 a 1.405,5 miliardi di euro.
l’Abi mette in evidenza che a maggio 2016, i tassi di interesse sui prestiti si sono posizionati in Italia su livelli ancora più bassi. Il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni si è attestato al 2,24% toccando il nuovo minimo storico (2,29% il mese precedente; 5,72% a fine 2007). Sul totale delle nuove erogazioni di mutui circa i due terzi sono mutui a tasso fisso. Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese si è collocato all’1,82% (minimo storico), 1,92% il mese precedente (5,48% a fine 2007). Il tasso medio sul totale dei prestiti è risultato pari al 3,12%, toccando il minimo storico (3,16% il mese precedente; 6,18%, prima della crisi, a fine 2007).
Le sofferenze nette (cioè al netto delle svalutazioni già effettuate dalle banche con proprie risorse) a fine aprile 2016 sono pari a 84 miliardi di euro rispetto a 83,1 miliardi di marzo. Il rapporto sofferenze nette su impieghi totali è risultato pari al 4,67% ad aprile 2016, 4,58% a marzo 2015 (4,93% a fine 2015; 0,86%, prima dell’inizio della crisi).
In Italia i depositi aumentano, a fine maggio 2016, di quasi 45 miliardi di euro rispetto all’anno precedente (su base annua, +3,5%; +5,2% ad aprile e +3,7% a marzo), mentre si conferma la diminuzione, sempre su base annua, della raccolta a medio e lungo termine, cioè tramite obbligazioni, (a maggio 2016: -15,4%, segnando una diminuzione su base annua in valore assoluto di 63,7 miliardi di euro). L’andamento della raccolta complessiva (depositi da clientela residente + obbligazioni) registra a maggio 2016 una variazione, sempre su base annua, di -1,1%. Dalla fine del 2007, prima dell’inizio della crisi, ad oggi la raccolta da clientela è passata da 1.513 a 1.679,4 miliardi di euro, segnando un aumento – in valore assoluto - di circa 167 miliardi.
A maggio 2016 il tasso di interesse medio sul totale della raccolta bancaria da clientela (somma di depositi, obbligazioni e pronti contro termine in euro a famiglie e società non finanziarie) in Italia si è collocato all’1,08% (1,09% il mese precedente; 2,89% a fine 2007). Il tasso praticato sui depositi (conti correnti, depositi a risparmio e certificati di deposito) si è attestato allo 0,46% (0,47% il mese precedente), quello sui PCT a 0,91% (0,99% il mese precedente). Il rendimento delle obbligazioni è risultato pari al 2,90%, 2,90% anche il mese precedente.
Lo spread fra il tasso medio sui prestiti e quello medio sulla raccolta a famiglie e società non finanziarie permane in Italia su livelli particolarmente bassi, a maggio 2016 è risultato pari a 204 punti base (207 punti base il mese precedente). Prima dell’inizio della crisi finanziaria tale spread superava i 300 punti (329 punti % a fine 2007).

Case di pregio: il trend dei prezzi
Martedì 28 Giugno 2016 | immobiliare, edilizia, investimenti
Il mercato degli immobili di pregio desta sempre un certo interesse e questo si riscontra sia sul versante della domanda sia delle compravendite. Questo segmento riguarda una nicchia di mercato caratterizzata da una domanda molto selettiva e da un'offerta che non sempre e all'altezza delle aspettative. Nel secondo semestre del 2015, nelle zone piu prestigiose di Milano e Roma, le abitazioni signorili in ottimo stato hanno segnalato rispettivamente un aumento dei valori dello 0,8% e un calo dei prezzi dello 0,4%.
LEGGI DI PIU'
Immobiliare in Lombardia: 68 mila imprese, business da 13 miliardi
Martedì 28 Giugno 2016 | immobiliare, edilizia, investimenti
Con oltre 68 mila imprese, il comparto immobiliare lombardo pesa circa un terzo su quello nazionale (249 mila imprese). In Lombardia il settore conta 43 mila addetti (circa un quarto dei 174 mila italiani) e genera affari per 13 miliardi (40% del totale nazionale), di cui 9 solo a Milano. A Milano si concentrano 30 mila imprese, 1/8 del totale nazionale, 8 mila a Brescia, 6 mila a Bergamo, Monza e Varese e 4 mila a Como. Gli addetti sono: 25 mila a Milano, 4 mila a  Brescia, 3 mila a  Bergamo e Monza.  Emerge da un’elaborazione della Camera di commercio di Milano sui dati del registro delle imprese 2015.
LEGGI DI PIU'
GLI ALTRI ARTICOLI DI QUESTA EDIZIONE
Si consolida la ripresa del credito alle famiglie
Abitare Co.: tutela e sgravi fiscali sono i nuovi asset richiesti dal mercato immobiliare
Catasto 2016: in una Circolare le risposte ai quesiti della stampa specializzata
 
Testata Giornalistica Registrata presso il Tribunale di Torino n 5985 del 28 luglio 2006
Direttore responsabile: Pierpaolo Molinengo - Proprietario: Ecube S.r.l. - Software & Hosting: Ecube S.r.l.
Privacy Policy - Cookie Policy